Ciao Cielo

postato in: Home page, Le libraie consigliano | 0

Oggi è una di quelle giornate in cui non si sa come uscire di casa.

Piove, apri l’ombrello, una raffica di vento lo fa capovolgere, provi a richiuderlo… ma la struttura è ormai piegata.

Un altro ombrello da buttare… ma intanto è uscito il sole… chissà per quanto…

 

Prendo in mano questo libro ‘Ciao cielo’ – Ed. Il Castoro e penso che è la colonna sonora giusta per questa giornata.

 

 

E’ la semplicissima ma altrettanto meravigliosa storia di un temporale.

Un paesaggio rurale a due passi dal mare ed una famiglia intenta a compiere i gesti semplici della quotidianità: una madre che stende i panni appena lavati, un padre intento ad arare i campi da coltivare, due bimbi che giocano in giardino.

Ad un tratto, improvvisamente, il tempo cambia.

Dal mare il vento inizia a soffiare sempre più forte, nuvole nere si addensano nel cielo… presto arriva un temporale fortissimo, un crescendo di pioggia, lampi e tuoni che turba gli animi e fa piangere i bambini.

“Giù pioggia su pioggia

Su pioggia che scende

Che scroscia e ruscella

che scivola e sciacqua

Giù acqua,

Giù acqua

Giù acqua.”

Poi la pioggia diminuisce, fino a cessare completamente e lascia spazio ad una serata fatta di oro e di fango e quindi ad una notte d’argento.

 

 

 

Leggiamo spesso “Ciao cielo” durante le ‘parole di cotone’ – le nostre letture per i più piccini – perché è di grande formato, ha delle immagini fortemente evocative ed un testo breve e potentissimo, grazie alla traduzione poetica del maestro Bruno Tognolini.

Il testo in rima, ricchissimo di figure onomatopeiche e ripetizioni, rende la lettura ad alta voce piacevole come una canzone.

Ci piace accompagnare la lettura con il tamburellare delle nostre dita sulla copertina rigida, a mimare il suono della pioggia prima fortissima e poi sempre più fine.

Il risultato è sempre lo stesso, i bambini si incantano… e noi con loro.

 

scritto da Elisabetta

 

 

Lascia un commento